HABEMUS SOUNDTRACK

Ebbene si!

Che sia sfatato il mito che questo ‘lavoro’ non è un lavoro (cit. un certo Beppe), che non abbiamo alcuna importanza nel mercato nazionale e che non siamo parte integrante dell’economia nostrana.

Perché ci hanno dedicato anche una canzone. Anzi, nello specifico, una ballata, che è ancora più di classe. Ho trovato questo testo per caso e ho pensato di appenderlo domani mattina, all’inizio del mio turno, in bella vista per tutte le postazioni. E poi ho pensato anche no, che non voglio contribuire ad aumentare il tasso annuale dei suicidi.

Dunque non farò altro che condividerlo qui, questo moderno Silvio Pellico che, tralasciando le velleità prettamente musicali, ha scritto un testo che è un pugno in faccia per quanto è vero. La mia generazione, salvo eccezioni… ma l’eccezione, purtroppo, conferma la regola.

 

LA BALLATA DEL CALL CENTER
(Riccardo Scirè)

Siamo gli indifferenti, siamo i figli di puttana.
Sognamo l’Inghilterra ma non leggiamo Moravia.
E non c’è più un confine tra musica e rumore.
E anche nei call-center ormai si fa il turnover.
E sì, ti voglio bene, però a fondo perduto.
La crisi dei trent’anni l’ho avuta quando son nato.
E siamo troppo pigri per essere incazzati.
Persino la mia rabbia ormai è cassa-integrata.

La musica leggera ormai è così pesante.
Mi sento un pezzo di cristallo e il mondo è un elefante.

Whoa, la mia generazione è degenerata.
Whoa, la mia generazione è decerebrata.
Whoa, la mia generazione merita la distruzione.
La mia generazione ha perso… tutto al videopoker.

Voi figli delle stelle, noi figli dell’oroscopo.
E ti direi che t’amo ma c’ho Saturno contro.
E anche se ho il conto in rosso devo ancora pagare
le ultime rate del nostro amore disfunzionale.
Chissà se è la tivù che ha ucciso i cantautori
oppure son finiti anche i sogni migliori.
E non ci sono manuali contro le frustrazioni.
Qui cadono i governi ma noi restiamo in piedi.

La musica leggera ormai è così pesante.
Mi sento un pezzo di cristallo e il mondo è un elefante.

Whoa, la mia generazione è degenerata.
Whoa, la mia generazione è decerebrata.
Whoa, la mia generazione merita la distruzione.
La mia generazione ha perso… tutto al videopoker.

E ho conosciuto Bianca, è un angelo senza le ali
si fa di cocaina nei cessi dei locali.
Aspira Lucky Strike, lei bambola sfregiata
mi ha ucciso come un insetto e poi m’ha confessato:
«Abbiamo tutti torto, abbiamo tutti torto.
Se chi è felice ha ragione, abbiamo tutti torto.»

Annunci

9 pensieri su “HABEMUS SOUNDTRACK

    • Riccardo in persona!! E’un onore! Sono inciampata per caso nel tuo testo, lo ammetto… ma l’ho trovato molto adatto alla mia (e nostra) attuale situazione e a questo blog! In bocca al lupo per il nuovo album! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...