ABOUT ME (quel sano egocentrismo)

Salve, sono Troy McLure, e forse vi ricorderete di me per… (cit. I Simpson)

A parte questo, i migliori dottori raccomandano di nutrire l’ego almeno un paio di volte al mese (e abbondare con le dosi, visti i tempi che corrono…), quindi ora vi sciroppate la mia biografia. Sarò breve, no pain!

Dalla Basilucania sbarco in Abruzzo nel 2008 per laurearmi, 2 anni dopo, in Lingue per l’impresa e la cooperazione internazionale; inutile dirvi che però non ho mai fatto impresa né cooperazione (però so parlare inglese, giuro!).

Post lauream, a parte qualche stage chiaramente non retribuito, svolgo nell’ordine i seguenti mestieri:

-sbucciacarote nel dietro cucina di un bar-pizzeria

-cambia pannolini a varie piccole pesti

-lucida-posate in alcuni grandi alberghi

E poi, tra un colloquio e l’altro, dopo qualche esperienza di segreteria e reception, strappando una traduzione sottopagata a destra ed una a manca, approdo al telemarketing, il magico mondo che ha dato vita a questo blog. Perché? Perché la crisi (io e lei ormai siamo intime amiche e confidenti!) cresce e mangia tutte le possibilità, perché vivo in una città che non è la mia (leggi: affitto, bollette, tecnico della caldaia, spesa, benzina, alcool -altrimenti come credete che potrei sopravvivere?-), perché chi si ferma è perduto ed è pur sempre un lavoro, l’unico che ancora si trova con facilità, e più spesso l’unico che paga lo ‘stipendio’ quando deve.

Lavoro come operatrice in vari call center per circa un anno, coltivando di pari passo il mio unico grande amore corrisposto: la scrittura. Smetto di scrivere solo su carta, per conto mio, e apro questo blog per raccontare.

Scrivo delle  assurde telefonate, delle risposte originali che ascolto ogni giorno, della frustrazione e della rabbia; scrivo per riderne, per andare avanti e per tirare a campare in quelle che sono Le Mie Prigioni (ma Silvio Pellico, io credo, stava meglio!), e ricevo una immensa quantità di messaggi di empatia e comprensione da tutti i componenti dell’esercito dei call center in questa I-taglia iperprecaria.

Oggi, a quasi ventinove anni (ho detto ventinove? Dai su non scherziamo, saranno diciannove al massimo!), ho cambiato lavoro, ma resto sempre una figlia del mio tempo; non so cosa farò domani e dove sarò, ma continuo a scrivere, perché nel frattempo, grazie alla mia proverbiale ‘capa tosta’ lucana, a questo blog e ad un editore che ha creduto in me, ho dato vita al mio piccolo sogno (si chiama Alice e la trovate alla voce ‘Cose Importanti’, sarà lieta di conoscervi) e non ho intenzione di smettere di cercarne altri da realizzare.

Non ve l’avevano detto che Silvio Pellico, alla fine, evade?

Annunci

3 pensieri su “ABOUT ME (quel sano egocentrismo)

    • Hem… scusate… ma dormivo e sognavo e non me ne sono accorta?! No perché una casa editrice che commenta il mio blog scrivendo la parola ‘libro’… nonssosse! Grazie, sappiate di aver aderito al progetto ‘salva anche tu un laureato in crisi, realizza un suo sogno!’, ecco, uno dei miei era un commento come questo! 😉 E credetemi: continuo a pensare al libro giorno e parte della notte, ho anche visualizzato la copertina 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...